Sie sind hier: Startseite / Sources / Vatikan / BAV / Vat. lat. 6039 / 162

162

erstellt von Kulawik Veröffentlicht 26.11.2016 13:46, zuletzt verändert: 22.10.2017 14:29
Brief Ludovico Budeos an Matal

recto

erstellt von Kulawik Veröffentlicht 26.11.2016 13:46, zuletzt verändert: 22.10.2017 14:29

S°° metello, […] dopo molte fatighe del mio [= gestrichen] Viaggio
gionto a Venetia, non ho Voluto di qual ch(e) io havevo
p(er) rome, so allo Sia Vra cioe di mandarmi tutte quelle
Inserittioni anchorche che io trovarei passando per ce ferre fin
a Venetia. tuttavia nor havendo io passato per
le terre doue ha piu parte delle antiqutia si vel ruina, son
stato sforzato di valer mi in questo delle fatiga di quelli
che ti erano stati. Il perche essendo io d'ancona a Venetia
sto per mare et io nissun Luogo fer malo mi fuor di pesaro doue
son stato preso dun giorno, non ho potuto ritrarre le cose antiche
degne di memoria, nodimeno non volendo per
quali restare dinon attener la mia promessa, manco alle
gria Vra. parerchi Inserittioni non da me ritratto fuor della
prima colonna, ma dim mio amico Collerato et affattio
nato dalle antiquita, certi furondo La Sra vra. chesimi false
Nato possio de trouar ne di piu colle, non havrei rispar-
miato la fatura mia per la grande affettione ch eio li porto
et pero io prego la S.ria V.stra che la sidervi daccettare 
di buona Voglia questo present piccolo et mandar mene
delle S.ne con piu pregezza rhepotra. Il che non dubito
ch'essa fara sapendo ch' io sono desidero se ssimo diquelle
et hora [Randnotiz: et hora] se piu che mai, et massimamente di quelle ch'della
suo mano Son state retratte. non posso avisare la S..ria
V.ra di quel ch son risoluto di fare aspettando ognio giorno
[Randnotiz atlare?] di francia del mio fratello, le quali mi daranno reso
lutione delle mie cose. Il S.or nicolo micault estato qui men
tre ch'io era ito a padua, x et ma cercato per tutta la terra
et s'è partito  la mattina per [= gestrichen] di che m'e rinercsiuto a ssai
la s.ria v.ra sa bene la prese del dura di sassonia et
la morto de suo figliolo [Randnotiz: ho inteso poi che non c morto anzi scampato]. io so per certo ch'argentina
s'e pari tirata colle maesta cesarca. domattina sara
tagliata la testa Cuchomire che che arma et unaltro gentil
huomo Venetiano. Hauendo io auiso daltre nuove non man
caro dari farne la S.ria V.stra alla qual humilmente mi
raccomando la sriando di le mani et pregando iddio
che – conferui et feliciti sempre da Venetia agli 7 di maio
affettionalissimo della Sr.a v.ra

Ludouico Budeo.

Si la S.rio V.ra ha 
riceuuto niente da napoli
d'lla sidegnara
far me ne parte.

verso

erstellt von Kulawik Veröffentlicht 26.11.2016 13:46, zuletzt verändert: 22.10.2017 14:29

Al molto mag.co s.io
Il S.or metello, gentilhuomo borguo
gnone suo quanto da fratello

 

 

155

A Roma

pagato di
porto baio
che tre